intestazione sito    facebook logo a forma circolare1      instagram1            TELEFONO  042499614   whatsapp 3515744414  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

impianto dentale 1

Bisogna considerare diverse cose per comprendere se gli impianti hanno dei problemi, primo tra tutti la tempistica.

La perdita dell'impianto può verificarsi in diverse fasi:

  • Nei giorni immediatamente successivi all'intervento
  • Al momento della presa dell'impronta
  • Al momento della protesizzazione dell'impianto.

In questi casi non si hanno segni premonitori ma l'impianto non si osteointegra e una qualunque manovra che lo coinvolge lo porta via. Solitamente questo avviene senza alcun dolore tanto che il paziente non se ne accorge nemmeno.

Attualmente i tempi di osteointegrazione con le moderne superfici implantari sono canonicamente 1,5 mesi per l'arcata inferiore e 3 mesi per quella superiore, comunque,oggi è possibile usare strumenti, che attraverso la frequenza di risonanza, misurano l' ISQ (implant stability quotient),  l’osteotell è uno di questi, con il suo utilizzo è possibile monitorare l’osteointegrazione e quindi decidere i tempi di protesizzazione individualizzandoli in base alla velocita di guarigione di ogni singolo paziente.

Anche le moderne superfici implantari tipo SLA active hanno una notevole influenza nel ridurre i tempi di protesizzazione (è sempre questione di costi).

  • Negli anni successivi (perimplantite).

In questo caso esistono tutta una serie di segni premonitori che prima di arrivare alla perdita dell'impianto ci avvertono che c'è qualcosa che non va. Questi sono i classici segni della parodontite che nel caso degli impianti si chiama perimplantite che solitamente si manifestano inizialmente con, dolore, gonfiore e sanguinamento spontaneo della zona interessata, presenza di sapore metallico alla salivazione e infine con la mobilità dell'impianto. In questi casi è consigliabile contattare immediatamente un implantologo e parodontologo esperto che eseguirà una visita approfondita e degli esami ra diografici. In caso di mobilità l'impianto andrà sempre rimosso.

Raccomandiamo di non trascurare le sedute di igiene orale professionale e di rispettare i controlli clinici e radiografici che verranno pianificati dopo l'intervento.

                   

Copyright © 2022 VALDENT sas                   Privacy-policy                Cookie Policy             Credits             P. IVA IT02529630242                All Rights Reserved